Campagna ambientale Clean Seas

 

MUSTO ADERISCE ALLA CAMPAGNA DELLE NAZIONI UNITE PER L'AMBIENTE CLEAN SEAS

Musto, leader mondiale nell'abbigliamento per la vela, l'aria aperta e l'avventura, è la prima azienda privata a sostenere la campagna delle Nazioni Unite per l'ambiente Clean Seas sull'urgente problema mondiale dei rifiuti marini. 

L'impegno di Musto a sostegno della campagna è stato annunciato oggi al Volvo Ocean Race Ocean Summit, tenutosi ad Alicante, in Spagna.  Il summit apre la 13° Volvo Ocean Race, che partirà dalla città spagnola questa domenica (22 ottobre) e farà tappa in 12 città ospitanti prima di arrivare al traguardo a L'Aia, nei Paesi Bassi, a giugno 2018.  

La campagna Clean Seas è supervisionata dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente e mira a ottenere il supporto delle organizzazioni internazionali per lottare contro il problema dell'aumento dei rifiuti marini.  Delle stime recenti indicano che ogni anno vengono riversati negli oceani più di 8 tonnellate di rifiuti plastici. Nel 2015, l'ONU ha calcolato che, in tutto il mondo, sono state prodotte 322 milioni di tonnellate di plastica.   

L'impegno di Musto è l'ultima importante innovazione dell'azienda nel tentativo di essere una compagnia più sostenibile a livello globale.  All'inizio di quest'estate, in collaborazione con Vestas 11th Hour Racing, Musto si è impegnata a ridurre l'impatto ambientale della plastica utilizzata per consegnare i suoi capi.  

 

Sostenibilità Musto

 

Peter Smith, AD di Musto, dichiara: "Mi riempie di orgoglio annunciare che Musto è la prima azienda privata a impegnarsi a sostegno della campagna nelle Nazioni Unite per l'ambiente Clean Seas. I rifiuti marini e la salute dell'oceano sono uno dei problemi più urgenti della nostra generazione e sono fiero di essere a capo di un'azienda così all'avanguardia nel settore. Siamo qui per celebrare l'inizio di un fantastico evento sportivo, ma è anche importante sensibilizzare il pubblico riguardo a questo problema e fare qualcosa di concreto per aiutare l'ONU ad affrontare una delle sfide più importanti dei nostri tempi. 

È per questo che Musto, in collaborazione con 11th Hour Racing e con il team di sostenibilità della Volvo Ocean Race, ha identificato "i rifiuti del pre-consumo" come un settore in cui poter fare la differenza in termini di materiali utilizzati nello stoccaggio e nella consegna dei prodotti Musto, senza però intaccare l'esperienza del cliente. 

Dopo una serie di test rigorosi sul processo di produzione dei contenitori e degli imballaggi dei capi d'abbigliamento, è stata riscontrata un'efficienza pari al 70% nella riduzione della quantità di plastica utilizzata nella produzione, nell'imballaggio e nella consegna della collezione Musto 2017/18 Volvo Ocean Race.  
 
Da quel momento, Musto si è impegnata a estendere le innovazioni di imballaggio a tutte le collezioni del 2018, con un risparmio di 11 tonnellate di plastica all'anno, l'equivalente di oltre 61.000 bottiglie di plastica a partire dall'anno prossimo. Musto ha inoltre nominato un Responsabile della sostenibilità ad interim, Annaleigh Hockaday, per supervisionare il processo e guidare maggiori sviluppi nel settore. 

Puoi leggere le informazioni complete sull'impegno di Musto nelle pratiche sostenibili qui

 

 

 

Cosa portare alla Rolex Fastnet Musto

ROLEX FASTNET: COSA PORTARE SECONDO PETE CUMMING

Leggi l'articolo

Collezione ufficiale Musto VOR 2017/18

COLLEZIONE VOLVO OCEAN RACE 2017/18

Leggi l'articolo

Collezione da vela Musto

ACQUISTA LA COLLEZIONE DA VELA

Acquista ora

Intervista a Dee Caffari

DEE CAFFARI ALLA VOLVO OCEAN RACE 2017

Conosci la testimonial Musto